Mercoledì 27 Giugno 2018 Mano nella mano per il Parco, senza aeroporto e nocività!

mano nella mano difendi la piana

mano nella mano difendi la piana

Vittoria No Inceneritore!
Ma la Piana va difesa!

MANO NELLA MANO PER IL PARCO DELLA PIANA SENZA AEROPORTO E NOCIVITA’!

Ritrovo alle ore 19.00 al Polo Scientifico di Sesto Fiorentino.
Dal Polo partirà un serpentone che si snoderà verso Sesto, una catena di abitanti che, mano nella mano, formano un abbraccio solidale che difende il Parco e la Piana!

Finiremo poi al Presidio, con cena alle 21.00 e a seguire dalle 22,30 musica, birra e banchetti informativi.

#UNVISIEFATTOFARE !
#EORANOAEROPORTO !

Promosso da Presidio Noinc-NoAero (Assemblea per la Piana contro le nocività) Mamme No Inceneritore e Critical Mass Firenze

Un abbraccio collettivo
per ricordare, come sembra sempre più evidente, che le alternative all’incenerimento dei rifiuti esistono, che si possono praticare, che si può vivere senza inceneritori e che questa scelta aiuta anche a definire obiettivi consapevoli di riduzione dei rifiuti. L’inceneritore di Firenze non verrà fatto ma ancora c’è molto altro da fare: la differenziata non decolla, non si mette in definitiva discussione il
ciclo dei rifuti, nè a valle nè a monte, non si pianifica la riduzione delle discariche e la chiusura degli impianti già esistenti, non si tolgono le grinfie del business sulla gestione dei rifiuti.

Un abbraccio collettivo per ribadire che la piana va protetta perché è l’unico modo per proteggere anche gli abitanti dei comuni che vi fanno parte e di quelli limitrofi. Inoltre la piana comprende anche preziose realtà faunistico-ambientali che verrebbero annientate dalle grandi opere.

Un abbraccio per confermare che non è sostenibile un aeroporto in città, né vecchio né nuovo poiché mette SEMPRE a rischio la popolazione ed è un opera impattante per il suo territorio.

L’attuale funziona dal 2003 in deroga: nessuna delle prescrizioni stabilite dalla VIA per la realizzazione di interventi necessari all’incremento del traffico aereo sono state rispettate, anche ARPAT ha appena multato la società per criticità d’impatto acustico. Ma basta andare a Peretola per rendersi conto dell’insostenibilità acustica e sanitaria di tale infrastruttura. Di quella che c’è e di quella futuristica decisa dalle lobby a dispetto di ogni ragionevole pianificazione urbanistica della città.

Immaginiamo quindi che dal Polo Scientifico di Sesto si snodi un “serpentone”, una catena solidale di abitanti che, mano nella mano, formano un lungo abbraccio dal presidio No Inc – No Aero dell’Osmannoro a Sesto Fiorentino.

Poi tutti insieme al presidio per una serata insieme con buon cibo e musica.

Posted in Iniziative | Tagged , , , | Comments Off on Mercoledì 27 Giugno 2018 Mano nella mano per il Parco, senza aeroporto e nocività!

14-21-27…quasi una tabellina! Per continuare le LOTTE!

Cene e assemblee

Cene e assemblee

Posted in Iniziative | Tagged , , , , | Comments Off on 14-21-27…quasi una tabellina! Per continuare le LOTTE!

STAMPA RASSEGNATA 020 21-27 Maggio 2018

podcast —>
https://wombat.noblogs.org/…/stampa-rassegnata-020-21-27mag/
In questo Pillolo:
– Un viaggio chiamato Fi-RENZI, la Kermesse al Puccini
– L’ Ultima Nardellata sono i Vigili con lo sponsor
– VITTORIA ! voci dalla piazza contro tutti gli inceneritori
– “The Day After” argomenti contro la nuova offensiva mediatica
– Uscire dal minoritarismo è possibile. Proviamoci ancora.

Posted in Articoli | Tagged , , , , | Comments Off on STAMPA RASSEGNATA 020 21-27 Maggio 2018

NO inceneritori NO aeroporto fermarli e’ possibile e lo abbiamo dimostrato!

Questa storia inizia nel 1986 a San Donnino, un Inceneritore viene chiuso per la grande mobilitazione degli abitanti. Nei primi anni 2000, gli amministratori locali non hanno ancora imparato la lezione, e ripropinano la costruzione dell’inceneritore di Case Passerini, all’ interno di un piano regionale di gestione dei rifiuti urbani che prevede diversi nuovi inceneritori, disattendendo già allora le direttive UE.

Da allora sono passati circa vent’anni, fatti di una mobilitazione costante estesa a tutta la Piana Firenze Prato Pistoia, capace di elaborare controproposte senza ricorso all’ incenerimento, nella direzione della strategia rifiuti zero basata sui cicli ecoenergetici e sulla difesa della salute senza se e senza ma.

Una mobilitazione dal basso di abitanti, comitati popolari. Volantinaggi casa per casa, assemblee pubbliche, manifestazioni, ognuno di noi conserva i propri ricordi gelosamente, la fatica e lo sforzo di chi è partito soverchiato dalle forze dell’avversario, Quadrifoglio e Hera che avevano dalla sua parte, tutte le formazioni politiche e tutti i media.
Ognuno di noi è un pezzo di questa lotta, in tanti ce la siamo caricata sulle spalle e collettivamente l’abbiamo portata avanti, una lotta che è esplosa negli ultimi anni, dirompente, per dare una grande spallata ad un progetto assurdo e insensato.

Nei primi anni 2000, parlavamo di raccolta porta a porta, di riutilizzo e di riciclaggio, di compostaggio di qualità,di tariffe puntuali, di una gestione pubblica fondata sugli interessi collettivi e sull’ abbandono delle combustioni dannose per la salute umana e per l’ ambiente. Ci hanno dato dei pazzi, hanno deriso le idee che adesso sostengono e che ci vengono presentate come se le avessero inventate loro e tirate fuori dal cappello.

Ci ricordiamo in Comune a Campi B.zio, la Sindaca Fiorella Alunni, in un consiglio comunale strapieno di abitanti inferociti, approvare la costruzione dell’inceneritore.

Ci ricordiamo del referendum vinto sempre a Campi, contro il Sindaco Adriano Chini con quasi 10 mila voti contrari all’impianto; per arrivare al pavido Sindaco Fossi che nel 2015 non riuscì neanche ad approvare una delibera sostenuta da migliaia di firme, per aderire alla strategia rifiuti zero, e che adesso ciancia di alternative e economia circolare.

Si ricorderà il governatore Rossi della serata alla Querce, quando è scappato via sotto la pioggia; e Nardella al Puccini e Renzi a Sesto F.no dove su questo tema ha perso le elezioni del Comune, non meno di due anni fa.

Noi ce lo ricordiamo perché questa è la nostra storia, sentiremo i politici rifarsi la loro verginità green, qualcuno ha cominciato da un mese, qualcuno da qualche giorno in più; nessuno di loro c’era 20 anni fa, nessuno c’era alla manifestazioni a Sesto F.no, a Campi, Pontassieve, Montale-Agliana, Prato, Greve nel 2005 e poi Firenze e ancora Campi nel dicembre del 2013, ai presidi a Quadrifoglio e Arpat, alla manifestazione dell’aprile del 2015 e poi il maggio del 2016 in 20 mila fino al centro di Firenze, ai concerti con migliaia di persone, alle cene di finanziamento ai banchetti al mercato, sulle trivelle nei terreni, a piantare alberi, a costruire il presidio a metterli tutti quanti davanti al fatto che senza la gente, senza di noi, non avrebbero fatto un bel nulla.

E così è stato, il progetto dell’inceneritore di Case Passerini ha preso oggi un colpo definitivo, l’autorizzazione è stata annullata, adesso se volessero andare avanti con questo progetto scellerato, dovrebbero ripartire da zero col progetto, con le conferenze dei servizi e le approvazioni.

Parlano i politici oggi, addirittura fingono di festeggiare e non chiedono scusa, perché questa lezione che hanno preso dagli abitanti, non l’hanno imparata.
Noi al contrario l’abbiamo imparata benissimo, abbiamo capito che tutti insieme gli abbiamo fatto tremare le gambe, li abbiamo schiacciati con la correttezza delle nostre idee, abbiamo ribaltato tutte le loro decisioni, tutti i loro titoli di giornale, tutti i loro “non ci sono alternative” e “partiranno i lavori entro..”; oggi abbiamo imparato che siamo capaci di fargli ingoiare bocconi amari, lo abbiamo imparato e ora noi andiamo avanti, perché avevamo la nostra idea di territorio, la nostra idea del Parco della Piana.
Abbiamo costruito una comunità solidale e resistente, abbiamo incrociato sguardi, condiviso fatiche, intessuto rapporti che dureranno molto oltre questo maggio, c’è ancora tanto da fare per costruire una Piana ambiente comune di vita, a misura d’uomo, baricentro una volta per tutte di nuove relazioni uomo, natura,società.

Ora che vi abbiamo sconfitto sull’Inceneritore sappiamo che possiamo sconfiggervi su tutti i progetti inutili e dannosi che avete in mente per il nostro territorio, a cominciare dal Nuovo Aeroporto, alla chiusura degli inceneritori di Montale, di Baciacavallo, delle discariche per rifiuti speciali e scorie incenerite e per il rifiuto della strategia integrata che mantiene aperta , seppure in quantità ridotte, l’opzione dell’ incenerimento dei rifiuti e delle biomasse vegetali e quindi della combustione.

Sappiamo che tenterete di barattare l’Inceneritore con l’Aeroporto, voi sappiate che ci troverete al nostro posto, al Presidio a difendere ancora una volta il Parco, e le nostre vite in questo pezzo di terra a nord/ovest di Firenze oggi avete imparato una lezione, da qui non si passa.

Questa è la nostra storia, questa è la nostra vittoria, questo è il nostro territorio, ora tocca all’Aeroporto!

Che la forza di questa vittoria arrivi ai tanti comitati in lotta in tutta Italia contro le grandi opere inutili e dannose.

Fermarli oggi più che mai è possibile! Fermarli tocca a tutt* noi!
Assemblea Presidio NoInc-NoAer

Posted in Comunicati | Tagged , , | Comments Off on NO inceneritori NO aeroporto fermarli e’ possibile e lo abbiamo dimostrato!

Vittoria!

Dopo 15 anni di lotta dal basso, possiamo dire #UNVISIEFATTOFARE!

SENZA LA GENTE NON SI DECIDE NIENTE!

Vittoria

Vittoria

Posted in Comunicati | Tagged , | Comments Off on Vittoria!

Giovedì 24 Maggio 2018 Presidio alla Corte dei Conti

presidio corte dei conti

presidio corte dei conti

NON DIFFERENZIATE I RIFIUTI E NOI ABITANTI PAGHIAMO IL COSTO! Che fine ha fatto il nostro esposto?

Andiamo alla Corte dei Conti per chieder che fine hanno fatto i nostri esposti che ipotizzano un danno erariale di ben 58 Milioni di Euro per il mancato raggiungimento dell’obbiettivo minimo del 65% di Raccolta Differenziata al 2012!

La Raccolta Differenziata è ferma da anni sotto i limiti di legge (65%), gli Amministratori non sono stati capaci o non hanno voluto incrementarla, Nardella e gli altri Sindaci con Giannotti direttore da un ventennio di Quadrifoglio e ora di Alia spa, scaricano i costi e le multe su Noi abitanti. ORA BASTA!
Abbiamo presentato 2 Esposti alla Corte dei Conti (nov. 2016 e Dic. 2017) quantificando un danno erariale di ben 58 Milioni di euro per gli anni 2008-2016.
Chiediamo che a pagare siano i responsabili di questo fallimento nella gestione delle risorse collettive!

Mamme No Inceneritore
Presidio Noinc-NoAero
( Assemblea per la Piana contro le nocività )

Posted in Iniziative | Tagged , , , | Comments Off on Giovedì 24 Maggio 2018 Presidio alla Corte dei Conti

Presidio al Palaffari- NO Aeroporto!

Presidio al Palaffari - NO Aeroporto

Presidio al Palaffari – NO Aeroporto

LORO AL PALAFFARI NOI IN PIAZZA PER RIPRENDERCI LAVORO, SALUTE E TERRITORIO

Lunedi 7 Maggio i “Padroni del Territorio” si incontrano per dire “SI al Nuovo Aeroporto di Firenze”.

Una kermesse, un incontro, una manifestazione. Un momento, come altri ce ne sono stati, per mostrare il proprio potere sui territori e affermare un progetto che ritengono strategico per le loro imprese e business plan.
Eppure un momento particolare che, all’interno della lunga strategia di lobbing e tra i continui tentativi di direzione delle politiche territoriali, segna un passaggio importante.
Si è indebolito il “campo renziano”, che fino ad oggi ha garantito coperture e soldi alle Grandi Opere come l’aeroporto, e i padroni del territorio cercano “nuove alleanze” e nuovi strumenti.
Ora, la gente, provano a convincerla direttamente loro. Quella gente, stanca di false promesse e sfiduciata dalla politica, va presa col bastone e la carota e i manager sanno farlo.
Di Marketing e pubblicità hanno lezioni da dare e i selfie e le parole di questa kermesse sono le armi di questa lotta per la ricerca del consenso a cui politica e media main stream faranno da supporto e amplificatore.
Confindustria, grandi imprese, affaristi vecchi e nuovi uniti per convincere i fiorentini che un nuovo Aeroporto è utile, necessario e vantaggioso per tutti. Proprio tutti. Un aeroporto sostenibile, green, talmente rispettoso dell’ambiente che è solo grazie a questo che si faranno boschi e parchi dove oggi è “abbandono”.
Il tentativo di mascherare l’interesse privato dietro il “bene comune” è evidente ma la scelta del luogo è un segno importante; Il Palaffari di Firenze.
Come lupo si traveste da agnello ma resta un predatore così Confindustria e grandi imprese possono parlare “per tutti” ma sono quel che sono.
Gli stessi che precarizzano il lavoro, che spacchettano le aziende con cessioni e appalti al ribasso, che fanno formazione nelle scuole perchè alternanza scuola-lavoro è una ricchezza e in Università il privato si fa chiamare innovazione. Sono quelli per cui c’è sempre crisi, la crisi che si scarica su chi lavora coi licenziamenti, l’ aumento dei ritmi, i tagli continui, i progetti che non si rinnovano.

Sono i protagonisti delle politiche immobiliari che stanno consegnando Firenze alla rendita e al mercato sacrificando ogni diritto alla casa, agli spazi urbani, alla vivibilità di centri vetrina desertificati e di periferie inquinate.

E’ a chi li conosce che rivolgiamo questo appello. A chi ne conosce la violenza, l’arroganza, la capacità di manipolare e rovesciare la realtà col potere del denaro.

A chi non vuole più subire e vede nella difesa del territorio e nella resistenza alle Grandi Opere proposte un’occasione per riprendersi ciò che gli spetta. Siamo sicur@ di essere in tant@ !

Posted in Iniziative | Tagged , , | Comments Off on Presidio al Palaffari- NO Aeroporto!

Domenica 29 Aprile 2018 Documentario On The Green Road in presenza del regista

On the green road

On the green road

IL PRESIDIO NOINC-NOAERO ospiterà un evento speciale!
Il documentario On The Green Road sarà proiettato Domenica 29 Aprile alle ore 21:00 al Presidio in presenza del suo regista!

Il progetto On The Green Road è nato da due giovani cugini appena diplomati, Simeon e Alexandre de Barral, che hanno trascorso 14 mesi in giro per il mondo in bicicletta.

Viaggiando per 18.000 chilometri attraverso 26 paesi dell’Europa orientale, l’Oriente, l’Asia, e l’America Latina, hanno perseguito un solo e unico obiettivo: capire e condividere un’altra visione dell’ecologia.

Dai loro incontri ai quattro angoli del pianeta è nato un film documentario sulle azioni ecologiche locali nei cosiddetti paesi in via di sviluppo. Attraverso ritratti di persone che fanno tanto, e spesso con poche risorse, il film dimostra che la transizione ecologia è qualcosa di concreto, possibile, e già in corso soprattutto grazie ad azioni individuali e collettive locali, informate, e impegnate.
Il regista sarà presente per condividere la sua esperienza!

Dalle 20:00, Apericena a sostegno del Presidio Noinc-Noaero e per la cassa di resistenza.
Dalle 21:00, proiezione del documentario, e dibattito in presenza del regista.

In attesa della proiezione, potete scoprire il trailer sottotitolato in italiano (attivando i sottotitoli italiani nelle impostazioni del video su youtube): https://www.youtube.com/watch?v=RDB8wR3gifM&t=20s&ab_channel=OnTheGreenRoad

Posted in Iniziative | Tagged , , | Comments Off on Domenica 29 Aprile 2018 Documentario On The Green Road in presenza del regista

Stasera, venerdì 20/04, cena e serata di solidarietà per l’assemblea del presidio Noinc Noaero, presso CPA Firenze Sud

Stasera, venerdì 20/04, cena e serata di solidarietà per l’assemblea del presidio Noinc Noaero, presso CPA Firenze Sud , via di VIllamagna 27/A ore 20.00.

Invitiamo tutti a partecipare alla cena di solidarietà che si terrà venerdì e alle iniziative che l’assemblea del presidio porterà avanti nei prossimi mesi.
Una parte del ricavato della serata andrà a sostegno delle spese processuali dei compagni e delle compagne denunciat*, mentre intendiamo destinare l’altra parte del ricavato alle attività dell’assemblea del presidio, che da anni crea mobilitazione contro le grandi opere nocive organizzando manifestazioni, dibattiti e iniziative per conoscere e immaginare un futuro diverso per i terreni dove vorrebbero costruire inceneritore e aeroporto.

In risposta alla repressione solidarietà ai/alle militanti noinc noaero, tutto il nostro impegno nella lotta contro le grandi opere!
Dopo serata Spinart Tribute

Posted in Iniziative | Tagged , , | Comments Off on Stasera, venerdì 20/04, cena e serata di solidarietà per l’assemblea del presidio Noinc Noaero, presso CPA Firenze Sud

Giù le mani dalla piana! Giù le mani dagli attivisti e dalle attiviste NoInc NoAero!

Negli ultimi giorni sei militanti dell’assemblea del presidio contro le grandi opere nocive si sono visti recapitare una denuncia per violenza privata e riunione pubblica non autorizzata.

Le denunce fanno riferimento ai fatti dell’estate 2017: in quel periodo infatti gli abitanti della piana e gli attivisti, grazie ad un attento monitoraggio e a una assidua presenza sul territorio si erano accorti che nel più totale silenzio erano iniziati i lavori preliminari per la nuova pista dell’aeroporto di Peretola.

Fu dunque immediata la decisione di provare a difendere quei luoghi e bloccare simbolicamente le trivelle, azioni che furono possibili solo grazie alla grande partecipazione e presenza di tanti e tante tra attivisti, abitanti e solidali.

Le accuse mosse sono tanto pretestuose da sfiorare il ridicolo; sarebbe “violenza” sedersi sulla benna di un escavatore e non volersi spostare? Ma siamo consapevoli del clima repressivo in cui si collocano. Stiamo assistendo al violento sgombero della ZAD in Francia, ai pestaggi di polizia sui NoTAP in Salento, ai continui processi in Val di Susa e, in generale, alla repressione contro tutte quelle comunità che si
autorganizzano per resistere.

Un clima repressivo a cui si ascrivono anche il sequestro del presidio NoInc-NoAero e i tre procedimenti penali per la violazione dei sigilli, avviati in estate, in riferimento ad una partecipatissima iniziativa svoltasi in primavera al presidio stesso, iniziativa che aveva visto la partecipazione eterogenea di tanti comitati. Questi atti, che mirano chiaramente a limitare la grande partecipazione popolare, saranno respinti proprio dalla determinazione e dal coinvolgimento di tutti anche nella difesa dei compagni.

Ciò che vogliamo dire è che non accettiamo lezioni di legalità da chi difende Toscana aeroporti, che mentre si accanisce nella realizzazione di nuovi ecomostri si dimentica di mettersi in regola con prescrizioni vecchie di quindici anni riguardanti le opere di compensazione per quello vecchio.

Ma non accettiamo lezioni di legalità da lor signori soprattutto perché abbiamo chiarissimo che a volte legalità e legittimità sono concetti non coincidenti; e gli abitanti che si organizzano e lottano per difendere i territori dalla devastazione e dal saccheggio degli speculatori sono legittimati a farlo, sempre. A questo clima di repressione risponderemo come sempre, rafforzando la lotta, estendendo la solidarietà.

Per questo torneremo ancora al presidio, in quel parco che vorrebbero ricoperto di cemento; cemento che dovrebbe portare ancora soldi nelle loro tasche, cemento armato per quanti immaginano un futuro diverso per la piana.

Per questo su quei terreni continueremo a starci, per questo continueremo a vivere e presidiare quei luoghi. Per questo facciamo un appello a tutti e tutte a partecipare alle iniziative di autofinanziamento e lotta che verranno organizzate e a fare sentire forte la loro solidarietà.

Giù le mani dal movimento NoInc NoAero, guai a chi ci tocca!

Posted in Comunicati | Tagged , , , , | Comments Off on Giù le mani dalla piana! Giù le mani dagli attivisti e dalle attiviste NoInc NoAero!